La poesia in parole e disegni: Blankets di Craig Thompson

Blankets è il primo graphic novel (o la prima graphic novel, ma stando all’Accademia della Crusca si dovrebbe utilizzare il maschile) che io abbia mai letto, se escludo SuperZelda, che non ho “sentito” più di tanto come graphic novel per il semplice motivo che ero in fase fangirl per Fitzgerald & famiglia. Mi è capitato spesso di sentire parlare di graphic novel su internet (soprattutto su canali YouTube anglofoni), ma non mi ero mai avvicinata a questo genere, forse perché so di essere abbastanza ignorante in materia di disegno: per una che fa fatica a tenere una matita in mano, qualsiasi schizzo abbozzato da una persona vagamente dotata sembra un prodigio. So che non è un buon motivo per non essermi mai avventurata in questo mondo ma tant’è, ho recuperato grazie alla persona meravigliosa che mi ha regalato Blankets per il mio compleanno, la quale mi ha assicurato che i disegni fossero stupendi (lui la matita la sa tenere in mano, se non mi credete guardate qua) e che il commesso che gliel’aveva consigliato a momenti si commuoveva (mentre gli spoilerava la storia – LOL).

photo_1

Il tomone (592 pagine accompagnate da un profumo di carta buonissimo)

Non scenderò troppo nei particolari della trama – anzi, dirò solo l’essenziale -, perché secondo me il piacere della scoperta è l’aspetto migliore di questo graphic novel. Blankets è la storia (autobiografica) di Craig, una sorta di romanzo di formazione a fumetti dove ci scorre davanti agli occhi la vita di un bambino e di un adolescente timido, cattolico, che vive un’infanzia triste e spesso si sente a disagio in mezzo agli altri e con se stesso.

La religione svolge un ruolo molto importante nella storia, poiché Craig vive in una famiglia cattolica, frequenta la chiesa e il pensiero del peccato (e i sensi di colpa ad esso legati) lo accompagneranno sempre. Sarà tuttavia grazie ad un campo della parrocchia che conoscerà Raina, il suo primo amore, e da quel momento cambierà tutto.

Uno degli aspetti che mi ha colpito di più di questo graphic novel è la maestria con cui Thompson gestisce i silenzi. C’è molto silenzio nella vita di Craig: il silenzio ovattato della neve del Wisconsin, il silenzio dei momenti in cui è da solo a riflettere, ma anche il silenzio di quando è con altre persone e si percepisce solo quello e null’altro. I disegni riescono a trasmettere perfettamente il lavorio della mente di Craig e noi vediamo esattamente quello che vede lui, che sia qualcosa di esistente o la realtà filtrata dalla sua immaginazione.

L’infanzia difficile, il rapporto con il fratello minore e la famiglia, il rapporto con Raina, tutto viene sublimato nei disegni reali di Thompson (che sì, sono bellissimi), ma anche e soprattutto nei disegni che il Craig fumettistico non smette di fare, pur a tratti tormentato dai sensi di colpa dettati dalla sua educazione religiosa. Il disagio di Craig, il suo oscillare fra stati d’animo diametralmente opposti, i suoi desideri, le sue paure, l’incertezza dell’adolescenza e del dover fare i conti con la realtà, l’amore, il desiderio, la fede: tutto questo è raccontato in un modo estremamente poetico. Le emozioni scaturite dalla scrittura e dai disegni sono di quel genere che rimangono addosso, che lasciano con sé una traccia indelebile.

 photo_2

 

«Trovavo IMPOSSIBILE che un gruppo di persone diverse tra loro potesse condividere la stessa idea, trovarsi in sintonia di pensiero e sentimenti, per non parlare del condividere un fine concerto»

 

«Ero attratto dal concetto cristiano di redentore PERSONALE, il BUON PASTORE che lasciava da parte il gregge per cercare quell’unica pecorella smarrita e NON da quella MENTALITÀ DI MASSA»

 

Blankets (Blankets)

Craig Thompson

Traduzione di Claudia Manzoletti

Rizzoli Lizard 2010

Annunci

4 pensieri su “La poesia in parole e disegni: Blankets di Craig Thompson

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...